Intesa SP, costituita nuova business unit per attività non core

lunedì 3 novembre 2014 18:07
 

MILANO, 3 novembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha costituito l'unità di business Capital Light Bank, nata con l'obiettivo di estrarre valore dalle attività non core e liberare risorse al servizio della crescita, come preannunciato a fine marzo con la presentazione del piano 2014-2017.

Lo dice una nota aggiungendo che la business unit, la cui responsabilità è affidata a Giovanni Gilli, gestirà la riduzione di un significativo stock di attivi non funzionale al core business della banca, tra cui in particolare crediti non performing, immobili di cui si è rimpossessata, unità di business in dismissione, partecipazioni gestite in ottica di cessione e tipologie di portafogli di attività non rispondenti alle linee di sviluppo previste dal piano d'impresa.

Le competenze specialistiche concentrate all'interno della nuova unità di business permetteranno inoltre alla CLB di fungere da service per le altre strutture del gruppo, con particolare riguardo a specifiche aree di attività come il recupero crediti e la gestione di asset costituiti a garanzia.

"Con l'istituzione della Capital Light Bank compiamo un ulteriore passo in avanti nell'attuazione del nostro piano d'impresa", commenta nella nota il Ceo Carlo Messina. "L'allocazione più efficiente del capitale è per noi un passaggio essenziale per una ulteriore disponibilità di risorse da investire nei motori di crescita del gruppo".

Gilli è entrato nel gruppo Intesa Sanpaolo nel 2002 per occuparsi di progetti speciali, operazioni strategiche e Corporate Development, a diretto riporto del consigliere delegato. Ha seguito in prima persona tutte le principali operazioni straordinarie del gruppo, tra cui nel 2006 la fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo Imi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia