Borsa Milano in calo con settore energia, in rally Mps e Carige

lunedì 3 novembre 2014 13:28
 

MILANO, 31 ottobre (Reuters) - Piazza Affari è in calo dopo il rally di venerdì risentendo della lettera sui titoli energetici mentre nel settore bancario rimbalzano Mps e Carige dopo le ultime pesanti vendite in seguito alla bocciatura dai test europei.

La borsa milanese, a causa dei fattori specifici nazionali legati alla regolamentazione del comparto dell'energia, è la peggiore tra i listini europei comunque deboli in un contesto di persistente incertezza e scarsa visibilità che alimentano un'operatività di mercato più impostato verso arbitraggi e speculazioni.

"In questo mercato basta poco per scatenare le vendite. La violenza, a mio parere eccessiva, del ribasso di Snam e di altri titoli energetici, è un chiaro esempio", commenta un trader.

All 13,15 circa il FTSE Mib cede l'1,48%, l'Allshare l'1,34%%.

I futures sul FTSE Mib sono in calo con la scadenza dicembre a 19.460 punti.

L'indice europeo FTSEurofirts 300 perde lo lo 0,4%. In lieve terreno negativo anche i derivati sugli indici di Wall Street.

SNAM crolla del 12% in area 3,80 euro sulla scia della decisione dell'Autorità per l'energia sulle tariffe 2015-2018 riguardanti lo stoccaggio di gas che delude gli analisti alimentando il rischo regolatorio sul settore.

Mediobanca Securities ha abbassato il rating sul titolo ad "underperform" da "neutral" (target di 4,3 euro).,

Paga dazio anche TERNA (-6,1%) rivisto al ribasso dagli analisti di Piazzetta Cuccia a "neutral" da "outperform".   Continua...