Luxottica, Del Vecchio: lascio guida a manager quando assetto consolidato

venerdì 24 ottobre 2014 19:14
 

MILANO, 24 ottobre (Reuters) - Leonardo Del Vecchio è tornato a occuparsi attivamente di Luxottica soltanto temporaneamente per agevolare i cambiamenti organizzativi in atto e lascerà nuovamente la guida dell'azienda ai manager una volta che il nuovo assetto si sarà consolidato.

Lo dice lo stesso imprenditore quasi ottantenne, fondatore e presidente dell'azienda di Agordo, in una lettera inviata ai dipendenti l'indomani della designazione di Adil Mehboob-Khan come co-Ceo, accanto a Massimo Vian, operativo dall'1 gennaio prossimo.

"Sono temporaneamente tornato in azienda, esclusivamente per accompagnare e agevolare i cambiamenti in atto. Appena terminato e consolidato il nuovo assetto organizzativo, lascerò di nuovo ai manager il compito di guidare il futuro di Luxottica", scrive Del Vecchio nella lettera.

Dopo l'addio dell'AD Andrea Guerra a inizio settembre, Luxottica ha vissuto settimane di fibrillazione: il sostituto di Guerra, Enrico Cavatorta, si è dimesso dopo poche settimane causando forti perdite in borsa per il titolo. Una fonte ha riferito di tensioni tra Cavatorta e Del Vecchio. Indiscrezioni dei quotidiani hanno parlato anche di tensioni famigliari relativa all'architettura successoria messa in piedi dall'imprenditore veneto.

A questo proposito Del Vecchio sgombra il campo da qualsiasi "pettegolezzo o falsità". "Vorrei rassicurare sul fatto che in questo processo di cambiamento - scrive nella lettera - non ci sono state e non ci saranno mai influenze da parte della mia famiglia, numerosa e articolata, ma che proprio per questo amo tutta intensamente e allo stesso modo, e ringrazio per l'affetto e il sostegno che ogni giorno mi sta dimostrando".

Del Vecchio ripercorre poi brevemente le tappe dell'espansione internazionale di Luxottica che oggi conta 74.000 dipendenti, oltre 7 miliardi di euro di ricavi e "una lunga storia di continui successi" e rappresenta "l'eccellenza italiana nel mondo".

Sul nuovo co-Ceo, Del Vecchio spiega che ha accettato "con grande entusiasmo" l'incarico e che "affiancherà in modo perfettamente complementare Massimo Vian, avviando in questo modo la nuova governance del gruppo".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia