PUNTO 3-Ue, Cameron irritato, quote contribuzione "ingiustificate"

venerdì 24 ottobre 2014 18:02
 

(Aggiunge Renzi e Merkel)

BRUXELLES, 24 ottobre (Reuters) - La decisione di tenere una riunione straordinaria dei ministeri delle Finanze Ue per rivedere il contestato aggiustamento delle quote di contribuzione all'Unione europea non basta a placare l'irritazione del premier britannico David Cameron.

Il meeting è stato fissato proprio a seguito delle obiezioni della Gran Bretagna sulla richiesta per quest'anno di 2,1 miliardi di euro di pagamenti extra, sulla base delle nuove regole Eurostat.

Nel pomeriggio Cameron ha dichiarato che il suo Paese non contribuirà col budget extra, definendo "totalmente inaccettabile" la richiesta dell'Ue.

Il presidente uscente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha risposto che l'esecutivo Ue non è responsabile del sistema che prevede il pagamento aggiuntivo.

"Non è accettabile, è un comportamento sconcertante" ha detto Cameron, visibilmente alterato, durante una conferenza stampa a Bruxelles. "Non pagherò quel contributo il primo dicembre".

Al termine del summit, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha negato che Cameron abbia detto che non pagherà, sostenendo che il premier britannico ha contestato la scadenza per il pagamento.

RENZI: ANCHE ADENAUER,DE GASPERI EUROSCETTICI PER BUROCRAZIA   Continua...