BORSE EUROPA - Indici Negativi, pesa primo caso Ebola a NY

venerdì 24 ottobre 2014 10:23
 

INDICI                         ORE 10,00   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                    3037,33     -0,23     3019
 FTSEUROFIRST300                1314,94     -0,18     1316,39
 STOXX BANCHE                    193,32      0,15      194,21
 STOXX OIL&GAS                   314,98     -0,28      335
 STOXX ASSICURAZIONI             230,69     -0,05      228,22
 STOXX AUTO                      448,11      0,43      481,95
 STOXX TLC                       288,17      0,09      297,6
 STOXX TECH                      275,53     -0,44      290,51
    
     PARIGI, 24 ottobre (Reuters) - Azionario europeo tendenzialmente in ribasso
questa mattina, dopo i guadagni registrati ieri, con gli investitori intimoriti
dalla notizia secondo cui un medico rientrato a New York dall'Africa sarebbe
risultato positivo al test sull'Ebola.
     Alle 10,00 circa italiane l'FTSEurofirst 300 perde lo 0,18% a
quota 1.314,94.
    Tra le piazze europee, Francoforte perde lo 0,28%, Londra 
lo 0,31%, Parigi lo 0,35%.
    Un medico statunitense, che ha curato in Africa occidentale pazienti malati
di Ebola, è il primo caso positivo al virus a NY mentre crescono i timori che la
malattia si diffonda oltre i confini africani. 
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Basf cede il 2,58% dopo aver tagliato le previsioni sugli utili
2015.
    Volvo schizza del 9,76% dopo aver annunciato un inatteso aumento
degli utili core nel terzo trimestre e un taglio dei costi.
    Rolls-Royce perde lo 0,8% dopo aver finalizzato una jv con
Hispano-Suiza, unità della compagnia aerospaziale francese Safran 
(-0,85%).
    Astrazeneca è in ribasso dell'1,15% dopo che il board del gigante
farmaceutico Usa Pfizer ha approvato la prosecuzione del buyback con un
nuovo piano da 11 miliardi di dollari.
    Kering scende di oltre il 4% dopo aver annunciato vendite e
outlook deludenti in occasione dei risultati del terzo trimestre.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia