Bus Roma, Gup rinvia a giudizio 4 persone

giovedì 23 ottobre 2014 14:12
 

ROMA, 23 ottobre (Reuters) - Quattro persone sono state rinviate a giudizio oggi nell'ambito dell'inchiesta su presunte tangenti che sarebbero state versate nel 2009 da Breda Menarinibus - società del gruppo Finmeccanica - per la fornitura di 45 bus alla società Roma Metropolitane, riferiscono fonti giudiziarie.

Il processo inizierà il 3 febbraio 2016.

Il gup di Roma Massimo Di Lauro ha rinviato a giudizio l'ex AD di Ente Eur Riccardo Mancini, il commercialista Marco Iannilli, i dirigenti di Breda Menarinibus Luca D'Aquila e Giuseppe Comes.

L'imprenditore Edoardo D'Inca Levis ha patteggiato un anno di reclusione.

La posizione di Roberto Ceraudo, ex AD di Breda Menarinibus, è stata invece stralciata per la mancata notifica degli atti.

I reati contestati a vario titolo ai rinviati a giudizio sono estorsione, emissione di fatture per operazioni inesistenti e appropriazione indebita.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia