Italia in recessione in trim3, motivato deficit 2015 a 2,9% - BoI

giovedì 23 ottobre 2014 15:20
 

ROMA, 23 ottobre (Reuters) - Il Pil italiano registrerà nel terzo trimestre dell'anno una "nuova, lieve flessione" del Pil dopo l'andamento piatto dei primi tre mesi e il -0,3% di aprile-giugno.

Lo dice la Banca d'Italia nel Bollettino trimestrale.

"Secondo nostre valutazioni, nel terzo trimestre il Pil avrebbe segnato una nuova, lieve flessione", si legge nel documento.

Inoltre, "rimane elevato il rischio che un periodo prolungato di bassa inflazione, se non di calo dei prezzi, metta a repentaglio l'ancoraggio delle aspettative; ne scaturirebbero effetti sfavorevoli sul livello dei tassi di interesse reali e sull'andamento del debito in rapporto al PIL".

Per la banca centrale, il prolungato stato di recessione dell'economia motiva anche la revisione al rialzo del deficit 2015 a 2,9% dal 2,2%, come indicato nella nota di aggiornamento del Def.

"Data l'eccezionale durata e profondità della recessione, le scelte del Governo appaiono motivate", si legge nel Bollettino.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia