Fca, diritti di voto Exor a 47,7% - filing a Sec

giovedì 23 ottobre 2014 11:47
 

MILANO, 23 ottobre (Reuters) - Exor precisa in un filing alla Sec che i suoi poteri di voto in Fiat Chrysler (Fca) sono pari al 47,69% del totale, dopo l'attribuzione delle loyalty shares per effetto della fusione di Fiat in Fca.

La percentuale di azioni è rapportata al totale dei diritti di voto, escluse le azioni proprie, dice il filing.

Se si includono le azioni detenute da Fca stessa, la percentuale scende al 46,65%.

Secondo il diritto olandese, dove ha sede legale Fca, le azioni proprie non hanno diritto di voto e non entrano nel computo dei quorum, dice la Treasury share guide per l'Olanda redatto dell'Iba (International bar association) Corporate and M&A Law Committee 2014.

La relazione del cda del gruppo per la fusione di Fiat in Fca dice che le azioni non hanno diritto di voto.

Fca ha detto in diverse occasioni che intende offrire le azioni proprie sul mercato, in particolare in occasione della quotazione a Wall Street.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia