Credit Suisse, utile trim3 meglio di attese, prudente su prospettive

giovedì 23 ottobre 2014 09:07
 

ZURIGO, 23 ottobre (Reuters) - Credit Suisse si è detta cautamente ottimista sulle prospettive di fine anno dopo l'annuncio di una trimestrale che ha battuto le attese.

Il titolo ha avviato le contrattazioni in ribasso.

"Abbiamo visto un inizio contrastato per ottobre, con la recente volatilità dei mercati che ha aiutato alcuni business nelle due divisioni e avuto un impatto negativo su altri", commenta in una nota il Ceo Brady Dougan.

L'utile netto è balzato a 1,025 miliardi di franchi svizzeri, sopra le stime degli analisti interpellati in un sondaggio Reuters che convergevano in media su una lettura a 810 milioni. La private bank del gruppo nel periodo si è assicurata una raccolta netta di nuovi asset per 7,4 miliardi di franchi, indicatore chiave per i ricavi futuri.

La divisione titoli mobiliari ha beneficiato nel terzo trimestre della quotazione del colosso e-commerce cinese Alibaba . Le banche di investimento, compresa Credit Suisse, hanno incassato commissioni nette per 300 milioni di dollari dall'operazione.

"Abbiamo numerosi progetti di nuove emissioni e di advisory ma la velocità di esecuzione nel quarto trimestre dipenderà dalle condizioni di mercato", ha detto Dougan.

I risultati del terzo trimestre segnano il ritorno all'utile per la banca che, nel trimestre precedente, aveva registrato la perdita più sostenuta dalla crisi finanziaria del 2008, conseguenza di una multa per 1,6 miliardi di franchi imposta dalle autorità Usa.

Complessivamente il gruppo ha raggiunto 3,6 miliardi di franchi dei 4,5 miliardi di obiettivo di tagli dei costi per il 2015.

  Continua...