Rientro capitali, per Mediobanca B.Generali favorita, conferma "outperform" Azimut

lunedì 20 ottobre 2014 11:45
 

MILANO, 20 ottobre (Reuters) - Il risparmio gestito quotato in Italia è oggi in una posizione migliore, rispetto ai tempi dello "scudo fiscale" di cinque anni fa, per catalizzare la ricchezza che verrà rimpatriata con la cosiddetta "volontary disclosure", la proposta di legge che punta a favorire l'emersione di capitali nascosti, soprattutto all'estero, e inasprisce la repressione introducendo il nuovo reato di autoriciclaggio.

Ne è convinta Mediobanca Securities, secondo cui Banca Generali attirerà più della metà (1,2 miliardi) degli oltre 2 miliardi di euro stimati di raccolta netta aggiuntiva per i tre principali player.

"Assumiamo che tutte e tre le società acquisiranno una fetta più alta, crediamo del 20% migliore, rispetto al 2009/2010", affermano gli analisti di Piazzetta Cuccia nella "Morning Note" odierna, stimando un 6% (dal 5% dello "scudo") per Banca Generali, 3,6% (dal 3%) per Azimut e 1,2% (da 1%) per Mediolanum.

Ma la proposta di legge, ora al Senato per la seconda lettura, è anche un motivo in più, per gli analisti di Piazzetta Cuccia, di acquistare Azimut, su cui viene confermata la raccomandazione "outperform" con prezzo obiettivo 26,6 euro.

Azimut è fra i titoli preferiti dalla banca in Europa ed è incluso nel Mediobanca Financials Long Short Portfolio.

"Azimut tratta ad un multiplo basso di 11,2 volte l'utile per azione stimato per il 2015 (esclusa la liquidità netta) e ad un dividend yield implicito stimato per il 2015 del 6,9% assumendo che si rivelerà corretta la nostra previsione che il payout verrà alzato all'80%", spiegano gli analisti.

Il provvedimento ora all'esame del Senato prevede che chi opterà entro il 15 settembre 2015 per la "voluntary disclosure" - l'emersione dei capitali occultati fino al 30 settembre 2014 - pagherà le imposte e gli interessi, ma le relative sanzioni saranno calcolate in misura ridotta. E' inoltre esclusa la punibilità per alcuni reati fiscali, in particolare l'omessa o infedele dichiarazione, l'omesso versamento di ritenute certificate, l'omesso versamento dell'Iva.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia