Tesoro, con concambio ridotto debito di 500 mln - Cannata

giovedì 16 ottobre 2014 19:37
 

MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Il Tesoro con l'operazione di concambio odierno ha ridotto il debito pubblico di mezzo miliardo e ha smussato il profilo delle scadenze 2015 e 2017.

A dirlo a Reuters è la responsabile del Tesoro per la gestione del debito pubblico, Maria Cannata.

"Con l'operazione di concambio di oggi abbiamo ritirato oltre 1,5 miliardi di titoli in cambio di solo un miliardo in emissione, riducendo il debito di oltre 500 milioni", spiega.

Il Btp 1/11/2023, offerto oggi dal Tesoro a poco meno di 155, ha una cedola del 9%, mentre il suo prezzo di mercato è oltre 157.

"Considerato che ha una vita residua di 9 anni circa, ciò significa che il rendimento effettivo è appena sopra il 2% per cui in realtà risulta significativamente più conveniente per il Tesoro dei titoli più prossimi, come l'agosto 2023 o il marzo 2024", commenta Maria Cannata.

Il Btp 2023 è infatti 'corto' sul secondario, "perché è stato oggetto di molte operazioni di stripping ed è particolarmente interessante per alcune categorie di investitori che hanno bisogno di cedole alte, e per questo son disposti anche a pagare molto sopra la pari".

"Il Tesoro ne trae un vantaggio, oltre che al fine di smussare le scadenze di anni pesanti come il 2015 e 2017, anche in termini di rapporto di concambio, conseguendo una riduzione del debito nominale", conclude la responsabile del Tesoro.

(Luca Trogni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia