Legge Stabilità, Fassina annuncia emendamenti

giovedì 16 ottobre 2014 10:30
 

ROMA, 16 ottobre (Reuters) - Stefano Fassina, ex vice ministro all'Economia ed esponente della minoranza Pd, è insoddisfatto dell'impianto della manovra da 36 miliardi varata ieri sera dal governo e annuncia emendamenti alla Camera.

"E' una manovra sul solco dell'agenda liberista della Commissione Europea e di Berlino. Ha un segno di iniquità. Io mi propongo di fare emendamenti affinché questa iniquità non ci sia e perché è vero che abbiamo tantissimi sprechi da eliminare ma è anche vero che abbiamo la spesa pubblica più bassa d'Europa", ha detto il deputato Pd a Omnibus, trasmissione del La7.

"Avremmo dovuto fare una manovra concentrata di più al sostegno alla domanda a favorire la nascita di piccoli cantieri nei Comuni o alla piccola impresa. Avremmo dovuto fare tagli concentrati, mirati, perché farli così a pioggia avrà un impatto sull'economia molto relativo", ha aggiunto.

I tagli alla spesa della finanziaria valgono 15 miliardi e sono ripartiti tra Stato centrale (6,1 miliardi), Regioni (4), comuni (1,2), province (1).

Altri 2,7 miliardi sono già accantonati in bilancio perché previsti nel 2015 dal decreto sul bonus di 80 euro al mese per i redditi medi e bassi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia