L. Stabilità, ok Irap e sgravi, grave mancato rinnovo contratti Pa -Cisl

giovedì 16 ottobre 2014 10:10
 

ROMA, 16 ottobre (Reuters) - Giudizio positivo sulla decontribuzione per le assunzioni a tempo indeterminato e per la cancellazione della componente lavoro dell'Irap per le imprese, ma critiche per la mancanza di risorse che consentano il rinnovo dei contratti del pubblico impiego.

E' il giudizio della Cisl alla manovra 2015 varata ieri sera dal governo.

"Vi sono alcune cose che sono sicuramente positive: la decontribuzione totale [per i primi 3 anni] per chi assume con contratti a tempo indeterminato rende davvero appetibile questa forma contrattuale e anche la manovra sull'Irap è assolutamente a favore del lavoro. Se le imprese stanno bene danno occupazione", ha detto a Radio Anch'io il neo segretario generale Cisl, Anna Maria Furlan.

La sindacalista ritiene però "inaccettabile" che su una manovra complessiva da 36 miliardi "manchino le risorse per rinnovare contratto a milioni di lavoratori pubblici che sono senza contratto da 6 anni".

La Cisl avrebbe poi voluto che il bonus Irpef da 80 euro fosse esteso ai pensionati a basso reddito.

"Bene la conferma degli 80 euro ma vorremmo che fossero estesi ai pensionati, il 50% dei quali sta sotto i 1.000 euro al mese".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia