Italia può aggiustare manovra se Ue lo chiede - Taddei

mercoledì 15 ottobre 2014 18:24
 

ROMA, 15 ottobre (Reuters) - Il governo italiano può apportare piccoli aggiustamenti alla manovra finanziaria per il 2015 se l'Europa lo richiede ma non si attende bocciature da Bruxelles.

Lo ha detto a Reuters il responsabile economico del Pd Filippo Taddei.

"I numeri della legge di Stabilità, dei tagli delle tasse e delle spese, sono grandi abbastanza per permettere una correzione minima. Saremmo sorpresi da una bocciatura ma se venisse chiesta una correzione siamo attrezzati", ha detto Taddei.

Il consigliere di Matteo Renzi per l'economia ha aggiunto: "Abbiamo le nostre buone ragioni, ma siamo preparati al peggio".

Il consiglio dei ministri è convocato per le 18 per l'esame della legge di Stabilità del valore complessivo, come ha anticipato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, di 30 miliardi.

Entro stasera il testo dovrebbe essere inviato alla Commissione Ue.

(Gavin Jones)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia