PUNTO 1-Enel, offerte vincolanti asset Slovacchia, Romania entro novembre-ad

mercoledì 15 ottobre 2014 18:05
 

* Starace annuncia chiusura 23 impianti obsoleti in Italia

* Ad esclude ricadute su 700 addetti coinvolti

* Verso piano industriale con più investimenti per crescita

* Confermato obiettivo debito 37 miliardi a fine anno (Unisce articoli e aggiunge altre dichiarazioni)

di Alberto Sisto

ROMA, 15 ottobre (Reuters) - Enel attende le offerte vincolanti per gli asset messi in vendita in Slovacchia e Romania entro il mese di novembre.

Lo ha detto l'amministratore delegato Francesco Starace in un'audizione parlamentare in cui ha anche annunciato la chiusura di 23 impianti in Italia con potenza complessiva pari a 11 gigaWatt.

L'ex monopolista elettrico italiano, che è una delle utility europee più indebitate, intende cedere il 66% di Slovenske Elektrarne che è il principale operatore slovacco nel settore della generazione di energia elettrica con una quota di mercato prossima all'80%.

In Romania Enel punta a vendere il 64,4% di Enel Distributie Muntenia e di Enel Energie Muntenia, il 51% del capitale sociale di Enel Distributie Banat, di Enel Distributie Dobrogea e di Enel Energie, nonché il 100% del capitale sociale della società di servizi Enel Romania. Le società gestiscono una rete elettrica di circa 91.000 chilometri dove distribuiscono circa 14 TWh all'anno (quota di mercato del 34% su base nazionale) e vendono quasi 9 TWh all'anno (con una quota di mercato del 38%).   Continua...