BORSE ASIA-PACIFICO - Indice a minimo 7 mesi su timori ripresa

lunedì 13 ottobre 2014 08:40
 

ROMA, 13 ottobre (Reuters) - 
 INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     462,25       -0,84    468,16
 TOKYO                         chiusa                16.291,31
 HONG KONG                     22.965,95    -0,53    22.656,92
 SINGAPORE                     3.198,23     -0,80    3.167,43
 TAIWAN                        8.711,39     -2,84    8.611,51
 SEUL                          1.927,21     -0,71    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.361,31     -0,56    2.115,98
 SYDNEY                        5.155,50     -0,63    5.352,21
 MUMBAI                        26.164,99    -0,50    21.170,68
    
    13 ottobre (Reuters) - L'azionario asiatico tocca i minimi
degli ultimi sette mesi sulla scia dei timori per la congiuntura
economica globale.
    L'indice MSCI della regione, che esclude il
Giappone, cede lo 0,8%, estendendo la perdita di 1,1 punti
percentuali accumulati la scorsa settimana.
    Il calo delle piazze asiatiche arriva dopo che venerdì
l'azionario Usa è crollato dell'1,2% e l'indice CBOE
sulla volatilità, più comunemente noto come indice della
paura, ha raggiunto il livello più alto degli ultimi due anni.
    "L'avversione al rischio prevale in modo preoccupante con la
ripresa che sembra meno certa", dice William Nicholls, trader di
Capital Spreads.
    Tokyo, chiusa per festività, evita per ora il contagio da
panico.
    
    Ad HONG KONG l'indice Hang seng cede lo 0,5%. I
titoli che mettono a segno la performance peggiore sono 
PetroChina (-2,1%), Kunlun Energy (-3,9%) e
Lenovo Group (-3,7%). Tra gli analisti prevale
tuttavia una nota di cauto ottimismo che induce a ritenere
limitati ulteriori dati, anche alla luce dei dati macro che
arriveranno dalla Cina nelle prossime due settimane. "Gli
investitori non sono troppo rialzisti o ribassisti in questo
momento", dice Alex Wong, di Ample Finance group.
    
    A TAIPEI l'indice he perso il 2,8%, trascinato al
ribasso dalle società che producono semiconduttori. Taiwan
Semiconductor Manufacturing perde il 3,5%, mentre
United Microelectronics il 4,5%.
    
    A SIDNEY l'indice S&P/ASX 200 tocca il minimo da
febbraio. A guidare i ribassi sono le banche, che subiscono i
timori per le attese di un rialzo dei tassi negli Stati Uniti.
Commonwealth Bank of Australia cede lo 0,9%, Westpac
Banking Corp l'1%.
    
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia