PUNTO 1-Mediolanum, Bankitalia impone a Fininvest vendita quota eccedente 9,9%

venerdì 10 ottobre 2014 10:52
 

* Berlusconi ha perso onorabilità, Fininvest deve stare sotto 10%

* Cessione azioni entro 30 mesi dalla creazione di un trust

* Mediolanum perde oltre 3,5%, analisti aspettano chiarezza (aggiunge dettagli da note società, fonti, reazioni titolo, commenti)

di Stefano Bernabei

ROMA, 10 ottobre (Reuters) - Fininvest ha comunicato che dovrà dismettere la quota della sua partecipazione in Mediolanum che eccede il 9,9% in conseguenza delle disposizioni di Bankitalia, che ha applicato le nuove norme sui conglomerati finanziari e considerato la perdita dei requisiti di onorabilità di Silvio Berlusconi, indiretto controllante del gruppo assicurativo fondato con Ennio Doris.

Secondo una fonte vicina al dossier, entro tre mesi dovrà essere costituito il trust in cui conferire queste quote eccedenti, pari a circa il 20%, che poi dovranno essere vendute entro un massimo di 30 mesi, come dice anche la nota di Fininvest.

In una nota Mediolanum, del fondatore e amico di Berlusconi Ennio Doris, "prende atto" della notizia e esprime a Berlusconi "totale solidarietà anche in questa circostanza".

Il titolo Mediolanum ha reagito con una forte flessione alla notizia e poco dopo le 10,30 perde il 3,6% a 4,9740 euro in un mercato debole. Alcuni analisti hanno detto di aspettarsi ancora tensioni fino a che non si chiariranno i termini di questa importante operazione di dismissione.

"Crediamo che la famiglia Doris [l'altro socio fondatore e azionista rilevante di Mediolanum] possa acquistare una quota, ma non superiore al 5% per l`ovvia esigenza di non concentrare tutto il patrimonio in un singolo asset", commenta un analista che vede "un significativo overhang" sul titolo.   Continua...