Borsa Milano in lieve calo, fiammata Fiat, pesanti WDF e Autogrill

mercoledì 8 ottobre 2014 12:44
 

MILANO, 8 ottobre (Reuters) - Piazza Affari chiude la mattinata in lieve calo in un contesto internazionale di crescente preoccupazione per le prospettive di crescita dell'economia globale dopo la revisione delle stime del Fmi e i dati deboli sulla produzione industriale tedesca.

"Ogni tanto si torna a guardare i fondamentali e allora ci si chiede se il rialzo registrato finora dal mercato sia davvero sostenibile", commenta un trader.

Dopo il netto ribasso archiviato ieri e qualche altalena nel corso della mattina, intorno alle 12,40 il FTSEMib cede lo 0,2%, l'Allshare lo 0,3, mentre il derivato sul FTSEMib resta nello stretto range tra 19.600 e 19.800 punti.

In Europa il FTSEurofirst 300 scende dello 0,8%, i futures sugli indici Usa sono in frazionale rialzo.

Tra i pochi rialzi si rafforzano BUZZI (ieri -2,6%) e SAIPEM.

Fiammata di FIAT balzata in mattinata fino a +2% e ora a +0,5%. I trader collegano il rialzo alle parole dell'AD Sergio Marchionne che - in un'intervista - ha confermato l'intenzione di lasciare il gruppo nel 2018 e, soprattutto, alla rinnovata apertura del presidente John Elkann a una futura diluizione della famiglia se ci sarà l'occasione di un ulteriore consolidamento nel settore.

Ritraccia TELECOM che dopo un buon avvio si adegua al tono dimesso delle tlc europee; stesso percorso per ENEL mentre è in corso la presentazione alla comunità finanziara del piano della controllata spagnola Endesa, che ha svelato questa mattina una cedola straordinaria per 6,3 miliardi complessivi.

Scende ancora WORLD DUTY FREE (-2,5%) e si porta dietro AUTOGRILL (-2,7%), altra controllata della famiglia Benetton. WDF è sotto pressione da venerdì dopo quello che i broker considerano un profit warning di fatto. A questo, dice un analista, va aggiunto l'effetto delle notizie di diffusione del virus Ebola, che stanno pesando su tutti i business legati ai trasporti aerei.

  Continua...