Russia prenota spazio in Ungheria per gas verso Ue -stampa

mercoledì 8 ottobre 2014 11:21
 

BUDAPEST, 8 ottobre (Reuters) - La Russia ha prenotato spazio per lo stoccaggio in Ungheria per 700 milioni di metri cubi di gas naturale diretto in Europa, in base a un accordo raggiunto tra i due paesi a settembre, scrive oggi il quotidiano finanziario ungherese "Napi Gazdasag", citando fonti anonime.

La Russia vuole continuare a rifornire di gas i clienti europei durante l'inverno, scrive il giornale citando fonti a conoscenza della situazione, e punta a stoccare il gas entro la fine di ottobre.

L'esportatore russo Gazprom ha concordato a settembre di aumentare le forniture all'Ungheria dopo che l'operatore ucraino delle condutture Fgsz ha annunciato l'intenzione di bloccare la consegna di gas all'Ucraina, con cui Gazprom ha in corso un contenzioso sui prezzi.

Non è stato possibile raggiungere per il momento né Gazprom né il ministero dello Sviluppo ungherese, competente sul tema, per un commento alla notizia.

L'Ungheria vuole evitare problemi di forniture in caso di possibili interruzioni nella consegna di gas russo attraverso l'Ucraina nel corso dell'inverno.

Gazprom ha sospeso le forniture all'Ucraina lo scorso 16 giugno, giustificando la decisione con il mancato pagamento dei conti. Da allora sono aumentati i timori che l'Ucraina possa trattenere parte del gas che viaggia sul suo territorio, diretto in Europa.

Anche la Serbia ha annunciato un piano per lo stoccaggio di altri 150 milioni di metri cubi di gas in Ungheria, paese che dipende moltissimo dalle importazioni russe (gran parte delle quali passano attraverso l'Ucraina).

Il consumo annuale ungherese è di 9 miliardi di metri cubi l'anno, con una produzione propria di 1,5 miliardi, e una capacità di stoccaggio di 6 miliardi.

(Gergely Szakacs)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia