7 ottobre 2014 / 09:38 / tra 3 anni

Fiat in calo, mercato guarda a possibile roadshow su azioni del recesso

MILANO, 7 ottobre (Reuters) - Fiat in calo a Piazza Affari dopo l‘annuncio che, una volta soddisfatte tutte le condizioni sospensive per la fusione, il Nyse e Borsa Italiana hanno approvato la quotazione in borsa delle azioni Fca, come previsto, da lunedì prossimo.

Domani dovrebbero arrivare i dati ufficiali sul riacquisto da parte degli azionisti delle azioni oggetto di recesso al prezzo fissato di 7,727 euro. Secondo alcuni analisti è probabile che la quasi totalità delle 60 milioni circa di azioni, pari al 4,7% del capitale, rimanga in pancia alla società che cercherà di rivenderle sul mercato.

Alle 11,20 circa Fiat segna un calo del 2% a 7,25 euro a fronte di un ribasso del FTSE Mib dello 0,67% e dell‘indice delle auto europee dello 0,9%.

Volumi in linea, con 9,4 milioni circa a fronte di una media giornaliera di 16 milioni circa.

“Sembra probabile un roadshow di Marchionne per ricercare investitori interessati”, commenta un broker ricordando che oltre alle azioni rinvenienti dal recesso l‘offerta riguarda anche le azioni proprie per un totale del 6% circa del capitale.

Secondo un‘operatrice l‘andamento odierno è sostanzialmente legato alla debolezza del settore auto europeo, mentre un trader ricorda come sul titolo Fiat “già da qualche seduta si notano degli ordini in vendita”.

A impedire ulteriori discese del titolo, secondo un analista tecnico, è l‘esistenza di un importante livello di supporto di 7,10 euro.

I broker citano inoltre i dati sul calo delle vendite in brasile a settembre, anche se Fiat rimane leader del mercato.

“Da inizio anno il mercato della auto brasiliano è sceso dell‘8,9% con una performance peggiore delle nostre iniziali stime”, si legge in una nota di Banca Imi.

Tuttavia, aggiunge il broker, “in questo contesto, grazie alla sua leadership, a nostro avviso la Fiat è in grado di avere margini migliori rispetto ai suoi concorrenti: in ogni caso, per l‘anno in corso abbiamo incluso nelle nostre stime solo un piccolo margine EBIT per le attività brasiliane del gruppo (0,5%)”.

Banca Imi conferma il giudizio positivo sulla fusione in Fca che potrebbe portare a un miglioramento dei margini nel secondo semestre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below