Unicredit, cordata Prelios/Fortress al momento favorita in gara Uccmb-fonti

venerdì 3 ottobre 2014 17:23
 

di Massimo Gaia e Gianluca Semeraro

MILANO, 3 ottobre (Reuters) - La cordata formata da Prelios/Fortress è vista al momento come favorita nella corsa a due per Uccmb, società del gruppo UniCredit che gestisce i crediti anomali, messa in vendita nell'ambito del piano industriale.

Secondo quanto riferito da alcune fonti vicine al dossier, l'offerta di Prelios e Fortress avrebbe la meglio su quella di Lone Star perché presenta maggiori possibilità di sinergie sul piano industriale. Non manca chi resta invece più cauto e parla di "testa a testa" tra i due contendenti. E' ovvio - osserva infatti una fonte - che se Lone Star presentasse un'offerta particolarmente migliorativa tutto potrebbe cambiare.

Il termine per la presentazione delle offerte vincolanti scade domenica. Una decisione definitiva potrebbe essere presa già con il Cda in calendario per il 16 ottobre ma non ancora ufficialmente convocato. Non è escluso che possa invece slittare al cda in agenda a novembre.

Nelle scorse settimane fonti vicine al dossier avevano riferito che il deal comprendeva una piattaforma di gestione dei crediti e un portafoglio di non performing loans di circa 4 miliardi di euro, eredità di Capitalia acquisita nel 2007 da UniCredit. Oggi alcune fonti hanno confermato che dal perimetro del portafoglio messo in vendita potrebbero essere esclusi alcuni crediti particolarmente datati e con una copertura quasi integrale. Il valore nominale si ridurrebbe quindi a 3-4 miliardi.

Questo, tuttavia, non dovrebbe avere un impatto rilevante sull'entità delle offerte in campo. A inizio settembre fonti avevano indicato una valutazione del portafoglio intorno al 10% del face value e della piattaforma intorno ai 300 milioni.

I clienti di Uccmb sono società commerciali e assicurative, imprese industriali, multiutilities, e curatele fallimentari, Spv di cartolarizzazione, oltre che banche e società del gruppo UniCredit. Negli ultimi tredici anni ha gestito oltre 1.200 mandati conferiti da diversi player. Complessivamente ha amministrato oltre due milioni di posizioni, per un valore complessivo di circa 74 miliardi di euro.

Nell'operazione l'accoppiata Prelios-Fortress è affiancata da Rothschild e Mediobanca, mentre Lone Star si avvale della consulenza di Knight Frank Italia, società specializzata nel settore immobiliare, di Kpmg e di Rbs. Il money manager Christofferson Robb & Company assiste Lone Star nella valutazione del portafoglio di crediti. Ubs è l'adviser di UniCredit.

UniCredit e Prelios non hanno commentato. Non è stato possibile contattare Lone Star per un commento.   Continua...