Borsa Usa in calo a metà seduta, giù titoli energia, pesa Bce

giovedì 2 ottobre 2014 19:11
 

NEW YORK, 2 ottobre (Reuters) - La borsa Usa cede terreno a metà giornata, con i titoli energetici deboli e i mercati europei delusi dalle parole del presidente Bce Mario Draghi, che non ha dato indicazioni su un imminente programma di stimoli attraverso l'acquisto di titoli sovrani.

Dopo la seduta pesante di ieri, condizionata dalla diagnosi di Ebola a un paziente negli Stati Uniti, oggi i buoni dati sui sussidi di disoccupazione non sono bastati a rasserenare il clima.

Il mercato intanto attende i dati sul mercato del lavoro a settembre in calendario per domani.

"Gli ultimi giorni sono stati brutti. C'è stata una confluenza di negatività che ha pesato sul clima e che ha spinto i venditori a essere più aggressivi e i compratori più cauti", commenta Michael James di Wedbush Securities.

I prezzi del greggio sono in calo per il terzo giorno consecutivo e l'indice energetico dell'S&P cede l'1%. Tra i singoli titoli calo del 2,7% per Halliburton.

Intorno alle 19,00 italiane il Dow Jones perde lo 0,2%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq lo 0,3%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia