Banco Popolare, partner ideale è Pop Milano ma nozze impossibili - Saviotti

giovedì 2 ottobre 2014 17:50
 

MILANO, 2 ottobre (Reuters) - Pop Milano sarebbe un partner ideale per il Banco Popolare ma un matrimonio tra i due istituti è impossibile da realizzare e rimane un esercizio teorico.

Lo ha detto nel corso del congresso nazionale Uilca l'AD di Banco Popolare, Pier Francesco Saviotti secondo cui una integrazione tra le due banche sarebbe "un sogno".

"Se dovessi scegliere, sceglierei Banca Popolare di Milano perchè le sinergie che hanno queste due banche sono eccezionali ma è un esercizio teorico. Penso che non è un cosa che potrà mai capitare" ha detto Saviotti nel corso di un'intervista insieme all'AD di Pop Milano, Giuseppe Castagna.

"Banca Popolare di Milano è una banca autonoma e forte, Castagna l'ha messa a posto e non vedo possibilità di questo genere" ha spiegato.

"Se noi dovessimo pensare ad aggregazioni certamente ci daremo da fare e cercheremo altri partner", ha quindi precisato.

Per l'AD di Banco Popolare l'obiettivo principale dell'istituto, al momento, è quello di superare gli esercizi della Bce "con dei risultati che ci vedono relativamente solidi e in modo da consentirci, se ci fossero opportunità di pensare anche ad aggregazioni".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Banco Popolare, partner ideale è Pop Milano ma nozze impossibili - Saviotti | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,931.89
    +0.09%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,734.17
    +0.08%
  • Euronext 100
    939.57
    -0.13%