Crisi, aumento euroscetticismo comprensibile - Draghi

giovedì 2 ottobre 2014 15:54
 

NAPOLI, 2 ottobre (Reuters) - Il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi ha definito comprensibile il crescente euroscetticismo all'interno dell'Unione europea, vista la debolezza dell'economia.

"E' molto comprensibile che la gente sia euroscettica, perchè le cose non stanno andando bene...in questa parte del mondo non stanno andando bene perchè c'è una disoccupazione pervasiva, una attività economica debole, e in alcuni Paesi una recessione che sembra non avere fine", ha detto Draghi durante la conferenza stampa successiva al consiglio di politica monetaria mensile, tenutosi a Napoli.

"Non si può pensare che la gente sia entusiasta di questo", ha detto Draghi, mentre fuori centinaia di manifestanti anti-Bce si scontravano con la polizia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia