PUNTO 1-Bce, rischi al ribasso economia anche per scarse riforme - Draghi

giovedì 2 ottobre 2014 15:23
 

(Aggiunge conferenza stampa Draghi)

NAPOLI, 2 ottobre (Reuters) - I rischi sulle prospettive economiche della zona euro restano al ribasso, anche per i progressi insufficienti dal lato delle riforme, e il consiglio della Banca centrale europea resta unanimamente impegnato a varare nuove misure non convenzionali se necessario.

Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi al termine del meeting di politica monetaria mensile, tenutosi oggi a Napoli che, come da attese, ha confermato il costo del denaro sull'attuale 0,05%, minimo di tutti i tempi a cui i tassi sono stati portati soltanto il mese scorso.

Il tasso sui depositi marginali resta a -0,20% e quello sui prestiti straordinari a 0,30%.

Il consiglio ha deciso l'impianto del piano di acquisto di Abs, i cui dettagli verranno diffusi con un comunicato stampa alle 15,30, e stabilito che gli acquisti di covered bond iniziaranno da ottobre mentre quelli sugli Abs nel corso di questo trimestre.

I programmi resteranno in campo per almeno due anni.

Le nuove misure, decise nell'ultimo meeting, sosterranno le aspettative di inflazione. Ma da sole, ha ribadito Draghi, non sono sufficienti.

"La messa a punto delle leggi di riforma e la loro implementazione hanno chiaramente hanno bisogno di guadagnare slancio in diversi Paesi. Queste riguardano i mercati dei prodotti e del lavoro, così come misure volte a migliorare il contesto economico in cui si muovono le aziende", ha detto Draghi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia