Ubi, candidata a ruolo aggregante dopo esami Bce - Massiah

giovedì 2 ottobre 2014 12:51
 

BERGAMO, 2 ottobre (Reuters) - Ubi Banca è tra le banche che, grazie alla propria solidità patrimoniale, è nelle condizioni di potere svolgere un ruolo aggregante nell'eventuale processo di consolidamento del settore che potrebbe scaturire dagli esami europei della Bce.

Lo ha detto l'AD dell'istituto Victor Massiah a margine del del congresso nazionale della Uilca.

"Siamo tutti in attesa dei risultati (Aqr e stress test) Nessuno di noi può parlare dei propri anche perchè non sappiamo ancora tutto fino in fondo", ha detto l'AD.

"Nel caso in cui ci fossero banche in difficoltà, diversi osservatori di mercato hanno scritto che noi dovremmo fare da aggregatori. E, avendo sempre detto che la nostra banca è tra le più solide, sarebbe contraddittorio se fossi in disaccordo", ha aggiunto.

Per Massiah "questo non significa che ci sarà un automatismo", tra risultati degli stress test e operazioni di aggregazione, e in ogni caso "l'obiettivo è sempre quello di creare valore".

"Nulla è scritto. Faccio il tifo perchè nessuno abbia problemi", specifica.

Quanto alla tempistica di una eventuale nuova ondata di M&A Massiah, sottolineando di parlare in generale e non di specifiche situazioni, ritiene che "il 2015 potrebbe essere l'anno nel caso in cui si creassero le condizioni".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia