BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in calo, dati macro globali spaventano mercati

giovedì 2 ottobre 2014 08:46
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      470,79   -0,22       468,16
 TOKYO                            15.661,99   -2,61    16.291,31
 HONG KONG                           chiusa    x,xx    22.656,92
 SINGAPORE                         3.240,42   -0,71     3.167,43
 TAIWAN                            8.975,19   -0,17     8.611,51
 SEUL                              1.976,16   -0,77     2.011,34
 SHANGHAI COMP                       chiusa    x,xx    2.115,978
 SYDNEY                            5.297,70   -0,68    5.352,214
 MUMBAI                           26.567,99   -0,23    21.170,68
    2 ottobre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
in generale flessione, in una seduta in cui pesano le deludenti
stime sulla manifattura arrivate da più parti ieri, le tensioni
a Hong Kong e la paura per il caso di Ebola negli Usa. 
    Gli investitori sono tornati ai tradizionali beni rifugio, i
bond Usa, lo yen e l'oro.
   Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, scende
dello 0,22%.
    Chiuse per festività HONG KONG e SHANGHAI.
    SINGAPORE è scesa ai minimi dal 1 luglio, trascinata al
ribasso dai titoli legati all'immobiliare; CapitaLand 
perde l'1,9%.
    SEUL ha chiuso in calo in una seduta dove ha pesato la
ritirata dei fondi offshore. Il deprezzamento della valuta
locale li ha indotti al rimpatrio di molti investimenti per non
perdere i guadagni di portafoglio.
    SYDNEY ha perso lo 0,7% sulla scia di Wall Street, anche se
il settore delle costruzioni ha recuperato le perdite in finale
di seduta. In decisa controtendenza, il sito Internet di viaggi
Wotif.com Holdings, +6,47%, dopo che l'autorità
antitrust australiana ha dato il semaforo verde all'acquisto
della società da parte del gigante dei viaggi Expedia.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia