Ue, Paesi rispettino raccomandazioni su target bilancio-portavoce

mercoledì 1 ottobre 2014 13:36
 

BRUXELLES, 1 ottobre (Reuters) - Gli Stati della Ue devono rispettare le raccomandazioni in materia di bilancio indicate dalla Commissione europea.

Lo ha ribadito Simon O'Connor, portavoce del commissario agli Affari economici della Ue, dopo che la Francia ha oggi confermato uno sforamento del tetto di deficit al 4,3% del Pil anche nel 2015 e dopo che l'Italia ha ieri annunciato lo slittamento del pareggio di bilancio al 2017.

"Le raccomandazioni del consiglio [in materia di regole di bilancio] devono essere rispettate. Il nostro ruolo è di verificare se i piani di bilancio sono in linea con gli impegni presi dagli Stati", ha risposto O'Connor alla domanda sulla necessità del rispetto delle regole di bilancio da parte degli Stati membri.

Per quanto riguarda lo slittamento del pareggio di bilancio italiano al 2017, il portavoce si è limitato a ricordare che "daremo il nostro parere sui progetti di bilancio quando li avremo ricevuti tutti. Il termine ultimo per gli Stati dell'Eurozona per presentare i progetti di bilancio è il 15 ottobre".

Fonti della commissione ricordano che, una volta ricevuta la proposta di legge di Stabilità, la commissione ha due settimane di tempo per richiedere una eventuale nuova bozza nel caso in cui i Paesi non rispettino le raccomandazioni precedentemente fatte. Lo scorso anno la richiesta di nuova bozza non fu avanzata.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia