PUNTO 1-Italia aumenta deficit 2015 di 0,7 punti a 2,9% Pil

martedì 30 settembre 2014 21:57
 

* Padoan: il quadro macroeconomico è "molto deteriorato"

* Delrio esclude una manovra correttiva nel 2014

* L'Italia rinvia il pareggio di bilancio al 2017 (Accorpa pezzi e aggiunge contesto)

ROMA, 30 settembre (Reuters) - L'Italia farà crescere l'indebitamento netto di 0,7 punti di Pil nel 2015, ottenendo un margine di circa 11 miliardi per interventi a sostegno di un'economia ancora in recessione.

"Il quadro macroeconomico è molto deteriorato rispetto ad aprile", ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ilustrando la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Def).

Il governo prevede che il Pil diminuisca quest'anno dello 0,3% a fronte del +0,8% indicato ad aprile. L'economia dovrebbe crescere di 0,6 punti nel 2015 a fronte del precedente +1,3%.

Le previsioni non sono tuttavia del tutto comparabili perché nel frattempo l'Europa ha introdotto un nuovo sistema contabile, il Sec2010.

L'indebitamento netto dovrebbe salire nel 2014 al 3%, la soglia massima ammessa dal Patto di stabilità europeo.

"Non vi sarà nessuna manovra aggiuntiva nel 2014", ha tenuto a sottolineare il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio.   Continua...