Consulenze Expo, indagato segretario generale Regione Lombardia Gibelli

martedì 30 settembre 2014 14:38
 

MILANO, 30 settembre (Reuters) - Il segretario generale della Regione Lombardia Andrea Gibelli, in quota Lega Nord, ha ricevuto un avviso di garanzia per l'ipotesi di reato di "turbata libertà nella scelta del contraente", nell'ambito di un'inchiesta per presunta concussione relativa a consulenze per Expo, in cui è indagato da luglio anche il presidente della Regione Roberto Maroni.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Oggi, i carabinieri del Noe sono andati in Regione per consegnare l'avviso di garanzia e fare alcune acquisizioni di documenti sulla base di un ordine di esibizione firmato dal pm Eugenio Fusco, precisano le fonti.

Al momento non è stato possibile raggiungere l'interessato per un commento.

Nell'inchiesta, nata da una costola di uno dei filoni di indagine su Finmeccanica, si ipotizzano irregolarità in due contratti di collaborazione a termine su progetti per Expo.

Gibelli risulta indagato per uno solo dei due contratti, quello assegnato a Mara Carluccio da Eupolis, ente di ricerca della Regione.

Maroni - indagato per concussione per induzione insieme al capo della sua segreteria Giacomo Ciriello - si è sempre detto "sereno" e certo che sia "tutto regolare".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia