Mediobanca, Bolloré comunica 7,5%, ok patto a lista Cda, non c'è Pesenti-fonti

lunedì 29 settembre 2014 14:09
 

MILANO, 29 settembre (Reuters) - Vincent Bolloré ha comunicato al patto di sindacato di Mediobanca di essere salito al 7,5% di Piazzetta Cuccia.

Lo hanno riferito alcune fonti vicine al patto al termine della riunione odierna che ha messo a punto la lista per il rinnovo del Cda per il prossimo 28 ottobre.

L'ultima comunicazione ufficiale vedeva Bolloré al 7%. L'imprenditore francese, in base alle regole del patto, ha facoltà di salire fino all'8%.

Oggi il patto di sindacato di Mediobanca ha approvato all'unanimità la lista per il nuovo Cda che avrà 18 membri, uno dei quali nominato dalla lista di minoranza.

Confermati il presidente Renato Pagliaro e l'AD Alberto Nagel, nella squadra dei manager resta il dg Francesco Saverio Vinci ed entrano Alexandra Young, responsabile risorse umane, e Gian Luca Sichel, AD di CheBanca!.

UniCredit ha proposto Maurizia Angelo Comneno, che sarà uno dei due vicepresidenti, Elisabetta Magistretti e Alessandro Decio. Bolloré, secondo azionista, ha confermato Vanessa Laberenne e Tarak Ben Ammar e ha proposto l'ingresso della figlia Marie.

Le altre novità vedono l'ingresso di Maurizio Costa, in quota Fininvest, e Maurizio Carfagna per Mediolanum.

Confermati Marco Tronchetti Provera, a cui andrà l'altra vicepresidenza, Angelo Casò, Gilberto Benetton e Alberto Pecci, quest'ultimo indicato da Italmobiliare al posto di Carlo Pesenti.

Oltre a Pesenti escono Dieter Rampl, Anne Marie Idrac, Roberto Bertazzoni, Bruno Ermolli ed Eric Strutz e i manager Massimo Di Carlo e Maurizio Cereda.   Continua...