Btp in lieve calo, meglio 5 anni in asta a medio-lungo termine

lunedì 29 settembre 2014 13:04
 

MILANO, 29 settembre (Reuters) - Mercato secondario in lieve
retrocessione in tarda mattinata, dopo il risultato dell'ultimo
collocamento a medio-lungo che mette in luce la relativa
'sofferenza' del tratto decennale.
    Gli operatori tendono ad attribuire il fenomeno alla
concomitanza con l'offerta spagnola di giovedì, alle tensioni
geopolitiche internazionali e alla crescente pressione sui
rendimenti Usa in ragione del prossimo avvio di un ciclo di
strette da parte di Federal Reserve.
    Con l'asta di fine settembre il ministero dell'Economia ha
assegnato 8,407 miliardi di euro, poco meno dell'importo massimo
su una forchetta di 7-8,5 miliardi, a tassi su nuovi minimi
dall'introduzione dell'euro nel caso del cinque anni ma in lieve
risalita sul comparto a dieci.    
    Se confrontato al collocamento di fine agosto, in cui sia il
benchmark agosto 2019 sia il nuovo decennale dicembre 2024
avevano segnato l'ennesimo record negativo dalla nascita
dell'unione monetaria, passa da 1,51 a 1,48 il rapporto di
copertura sul Btp a cinque anni e da 1,28 a 1,36 quello sul
dieci anni.
    Come già accaduto in occasione delle ultime aste, non è
stato assegnato per l'ammontare massimo di 3 miliardi,
fermandosi a 2,907, il nuovo Ccteu dicembre 2020.
    "L'asta ci dice che l'appetito per i titoli italiani c'è
ancora per una serie di fattori, su tutti la prospettiva del
varo di un piano di quantitative easing da parte della Bce per
contrastare la deflazione: il mercato ha paura di andare corto
sui periferici, per timore di schiantarsi contro il muro di
Francoforte" sintetizza lo strategist Ing Alessandro Giansanti.
    Dall'ufficio studi Intesa San Paolo l'analista Chiara
Manenti si sofferma invece sugli aspetti più critici dell'ultimo
collocamento.
    "L'asta è stata sicuramente penalizzata dalla difficile
apertura di stamattina del mercato, con gli spread in rialzo su
tutta la periferia, che ha colpito soprattutto la parte a 10
anni. Alla base ci sono le tensioni geopolitiche e anche la
concomitanza con le aste spagnole di questa settimana, sugli
stessi segmenti di curva" spiega.
    Sullo sfondo anche l'uscita del numero uno Pimco, che i
mercati devono ancora metabolizzare, insieme al timore per
referendum catalano sull'autonomia da Madrid, mentre nell'asta
di giovedì prossimo il Tesoro offre nuova carta sui segmenti
2020 e 2024.
    Rispetto ai 142 punti base di venerdì sera in chiusura, il
premio di rendimento Btp/Bund sul tratto a dieci anni si
divarica su piattaforma TradeWeb di circa cinque
tick, variazione perfettamente allineata all'equivalente
Bono/Bund che si porta a 128 punti base. 
        
============================= 13,00 ============================
FUTURES BUND DIC.          149,43   (-0,01)
FUTURES BTP DIC.           129,74   (-0,43)
BTP 2 ANNI  (AGO 16)    106,041  (-0,031)  0,435%
BTP 10 ANNI (SET 24)   111,621  (-0,453)  2,438%
BTP 30 ANNI (SET 44)   119,611  (-0,604)  3,699%
========================= SPREAD (PB)===========================
                                               ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   155           156
BTP/BUND 2 ANNI           51            49
BTP/BUND 10 ANNI       148           142
livelli minimo/massimo             144,5-149,0   138,7-142,6
BTP/BUND 30 ANNI       185           182
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   200,3         197,8
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  126,1         127,9
================================================================

    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia