Lavoro, Renzi: non mi interessa discussione correnti ma ridurre disoccupazione

venerdì 26 settembre 2014 20:08
 

DETROIT, Stati Uniti, 26 settembre (Reuters) - Il premier Matteo Renzi ha detto di non essere interessato alla discussione tra le correnti politiche ma a ridurre la disoccupazione, e che in ogni caso non ritiene che la questione spaccherà il Pd.

"Io non sono interessato a una discussione tra correnti politiche, sono interessato a ridurre la disccupazione in Italia", ha detto il presidnete del Consiglio nel corso di una conferenza stampa congiunta con il ceo di Fiat-Chrysler Sergio Marchionne negli Stati Uniti, dopo aver visitato la fabbrica.

"Ci attrezziamo nelle prossime ore a un progetto organico che non riguarda solo un articolo dello Statuto dei lavoratori ma che riguarda il futuro del lavoro in Italia", ha detto Renzi, parlando dell'articolo 18, quello sui licenziamenti per giusta causa in aziende con almeno 15 dipendenti, al centro di uno scontro politico dentro lo stesso partito del premier, il Pd, e con i sindacati.

Il presidente del Consiglio e leader democratico ha comunque criticato chi difende la necessità di conservare in ogni caso l'articolo 18: "Se il reintegro è un obbligo costituzionale perché c'è per quelle aziende sopra i 15 dipednenti e non per tutti? Se è una scelta, è la scelta migliore?"

Lunedì pomeriggio si terrà una riunione della direzione del Pd con all'ordine del giorno la questione del cosiddetto Jobs Act, e Renzi ha risposto: "Non vedo questo rischio", a chi chiedeva se teme una spaccatura nel partito.

Rispondendo a una domanda sul modello Usa del lavoro, Renzi ha detto anche che "nessun modello è un modello che vale per tutti i Paesi. Il welfare state in Italia è totalmente diverso da quello americano, e io non farei a cambio".

"Il modello americano ha degli aspetti positivi, altri meno", ha aggiunto il premier, spiegando che però "loro hanno il 6,1% di disoccupazione, noi il 12,6%".

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia