Monetario, lieve tensione spot/next su fine trimestre, calano rimborsi Ltro

venerdì 26 settembre 2014 12:47
 

MILANO, 26 settembre (Reuters) - L'aumento della liquidità in eccesso torna a far inclinare in negativo la parte brevissima della curva dei tassi sul mercato monetario. Unica eccezione la scadenza tom/next, coincidente con la chiusura del trimestre, che viaggia in area 0,25%.

Prosegue intanto al ritmo settimanale di 4,869 miliardi di euro - circa un quarto rispetto a poco meno di 20 miliardi rientrati questa settimana - la dinamica dei rimborsi di fondi 'Ltro' da parte degli istituti di credito della zona euro.

Mercato e investitori cominciano nel frattempo ad aggiustare le posizioni in vista del nuovo consiglio Bce, che si riunirà giovedì prossimo presso l'inusitata sede di Napoli.

"Dopo il regolamento degli ultimi finanziamenti Bce l'eccesso di liquidità sul sistema è salito a circa 135/140 miliardi da 85/90 la settimana scorsa" spiega l'operatore di tesoreria di una delle principali banche italiane.

"I brevissimi sono tornati in territorio marginalmente negativo tranne lo spot/next che cade su fine mese, nel caso di settembre anche fine trimestre" aggiunge.

Dopo la sorpresa delle mosse espansive di settembre - ulteriore limatura dei tassi e annuncio della partenza di un programma di sottoscrizione di titoli 'abs' e 'covered bond' - dal consiglio mensile di giovedì prossimo non dovrebbero emergere ulteriori novità.

Mario Draghi stesso è stato del resto nelle ultime settimane piuttosto esplicito, tornando a insistere sul ruolo relativamente limitato dei provvedimenti di politica monetaria in assenza delle famigerate "riforme strutturali" che spettano ai singoli governi.

Due giorni prima della riunione del consiglio sono in arrivo intanto da Eurostat la stima preliminare sul'inflazione di settembre, che dovrebbe tornare a mostrare un lieve raffreddamento del tasso annuo a 0,3% dopo lo 0,4% finale - un arrotondamento da 0,37% - di agosto.

Per quanto ancora relative ad agosto, dunque precedenti l'ultima mossa espansiva Bce, le statistiche mensile diffuse ieri dall'Eurotower mostrano una dinamica ancora decisamente sottotono dei prestiti al settore privato, calati al ritmo di 1,5% dopo il -1,6% di luglio.   Continua...