Btp poco mossi a metà seduta, in asta Bot 6m tasso risale da minimo

venerdì 26 settembre 2014 12:08
 

MILANO, 26 settembre (Reuters) - Mercato obbligazionario
italiano poco mosso a metà seduta nella mattinata in cui il
Tesoro ha collocato 7 miliardi di Bot semestrali, registrando
una lieve risalita del rendimento dal minimo storico segnato ad
agosto.
    La prospettiva di un rialzo dei tassi da parte della Federal
Reserve spinge gli investitori a un atteggiamento un po' più
cauto nei confronti della periferia e del rischio in generale.
    Ma, d'altra parte l'orientamento ultra-espansivo della Banca
centrale europea, che potrebbe mettere in campo nuove misure più
decise a fronte della debolezza dell'economia, continua a
fornire supporto.    
    "C'è un minore appetito per il rischio sul mercato e
qualcuno sta ribilanciando i portafogli", osserva Alessandro
Giansanti, strategist di Ing, secondo cui però non si tratta di
un'inversione di tendenza. 
    "Nelle prossime settimane gli investitori si convinceranno
ancora di più delle necessità di azioni più drastiche da parte
della Bce", dice, riferendosi all'eventualità di un
'quantitative easing'.
    Intorno alle 12,00 il rendimento del decennale italiano è
sostanzialmente stabile al 2,36%, una decina di centesimi sopra
i minimi storici segnati a inizio settembre. In
lieve salita lo spread con l'analoga scadenza del Bund, a 140
punti base dai 138 punti base della chiusura.
    Come avvenuto ieri per il Ctz, anche nell'asta dei Bot
semestrali si è registrata una puntata verso l'alto del tasso,
salito allo 0,232%, rispetto al minimo storico segnato a fine
agosto, ovvero 0,136%.
    "Direi che si tratta di qualcosa di fisiologico, sulla parte
brevissima della curva si era toccato il fondo", commenta un
dealer da Milano. 
     La tornata d'asta di fine mese di chiuderà lunedì quando il
Tesoro offrirà fino a 8,5 miliardi di titoli a medio lungo,
suddivisi tra Ccteu, di cui verrà proposto un nuovo benchmark e
Btp a 5 e 10 anni.
    Limitato l'impatto dalla revisione verso il basso delle
stime dell'economia da parte del Tesoro per quest'anno, riferite
a Reuters da una fonte governativa in vista della pubblicazione
del nuovo quadro macroeconomico e di finanza pubblica il primo
ottobre.
   "Onestamente non dovrebbe essere una sorpresa, i dati degli
ultimi mesi mostrano non solo che la ripresa è lenta ma che di
fatto è inesistente", commenta Timo del Carpio, economista di
Royal Bank of Canada.
    "Ci aspettiamo che le cose inizino a migliorare verso fine
anno, con un avvio di risalita della domanda interna, ma i
problemi dell'Italia sono annosi e di natura strutturale,
conclude.
        
============================= 12,00 ============================
FUTURES BUND DIC.          149,61   (+0,24)
FUTURES BTP DIC.           130,58   (+0,07)
BTP 2 ANNI  (AGO 16)    106,111  (-0,002)  0,402%
BTP 10 ANNI (SET 24)   112,375  (-0,031)  2,357%
BTP 30 ANNI (SET 44)   120,530  (-0,054)  3,652%
========================= SPREAD (PB)===========================
                                               ULTIMA CHIUSURA

TREASURY/BUND 10 ANNI   155           155
BTP/BUND 2 ANNI           48            49

BTP/BUND 10 ANNI       140           138
livelli minimo/massimo             138,7-141,0   133,6-138,9
BTP/BUND 30 ANNI       180           177
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   195,5         194,7
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  129,5         129,6
================================================================
 
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia