Ast Terni, piano Thyssen è per rilancio azienda - Guidi

giovedì 25 settembre 2014 10:07
 

BRUXELLES, 25 settembre (Reuters) - Il piano presentato dal gruppo Thyssen Krupp per il sito siderurgico della Ast di Terni è finalizzato a rilanciare l'azienda, secondo il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, e il governo italiano si impegna a intervenire per ridurre i costi dell'energia.

"Per quanto riguarda la siderurgia in generale stiamo affrontando un tema della sovraccapacità produttiva a livello europeo. Su Acciai Speciali Terni sto seguendo in queste ore personalmente il tavolo di confronto tra l'azienda e i sindacati, fatto nell'ottica di cercare di sostenere il rilancio industriale, competitivo di quel sito", ha detto Guidi arrivando al Consiglio Ue sulla competitività a Bruxelles.

"Il governo metterà in campo un supporto per quello che riguarda i costi dell'energia che rientrano nello schema delle regole, delle norme e degli strumenti che abbiamo già in essere nel nostro Paese".

A chi le chiedeva se fosse d'accordo con il commissario Ue alla Concorrenza, Joaquin Almunia, secondo il quale il piano di ristrutturazione Thyssen è in linea con gli accordi presi in Europa, il ministro ha risposto: "Questa è la proposta che l'azienda ha posto su tavolo presentando un piano di rilancio industriale. Noi stiamo cercando di sostenere questo incontro di esigenze tra l'azienda e i sindacati".

Il gruppo tedesco ha presentato un piano di ristrutturazione per Terni che prevede un taglio dei costi pari a 100 milioni di euro all'anno anche attraverso tagli al personale.

I primi di settembre è stata firmata una intesa per il ritiro della procedura di mobilità per i 550 addetti del sito siderurgico della Ast di Terni inizialmente paventata da Thyssen.

Al Mise è in corso la trattativa.

L'Italia è il secondo produttore di acciaio in Europa dopo la Germania.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia