Grecia, sciopero dipendenti pubblici contro nuovi tagli

martedì 23 settembre 2014 11:05
 

ATENE, 23 settembre (Reuters) - Giornata di sciopero per i dipendenti del settore pubblico greco contro le nuove riduzioni di organico prescritte dai creditori internazionali di Atene, che dal 2010 ha ricevuto oltre 240 miliardi di euro di prestiti da Unione europea e Fondo monetario.

La protesta di insegnanti, medici e dipendenti degli enti locali, riuniti sotto la sigla sindacale Adedy, durerà 24 ore, mentre il premier Antonis Samaras è in Germania, principale creditore della Grecia, per incontrare la cancelliera Angela Merkel.

Atene nelle attese dovrebbe iniziare a negoziare una qualche forma di alleggerimento sul debito entro fine anno.

In base al piano di assistenza finanziaria, ottenuto al prezzo di tagli ai salari e aumenti delle imposte che hanno spinto la disoccupazione a oltre il doppio della media Ue e l'economia in una recessione lunga sei anni, la Grecia deve ridurre i salari dei dipendenti pubblici e dismettere i lavoratori sulla base del rendimento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia