BORSE EUROPA - Ancora indici in calo dopo primi dati Pmi settembre

martedì 23 settembre 2014 10:11
 

INDICI                           ORE 10,00   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3222,78     -1,07    3019
 FTSEUROFIRST300                  1379,6      -1       1316,39
 STOXX BANCHE                     199,9       -1,24    194,21
 STOXX OIL&GAS                    344,47      -1,43    335
 STOXX ASSICURAZIONI              242,68      -0,59    228,22
 STOXX AUTO                       464,5       -1,92    481,95
 STOXX TLC                        299,25      -0,72    297,6
 STOXX TECH                       298,04      -0,75    290,51
 
    PARIGI, 23 settembre (Reuters) - L'azionario europeo ha aperto in calo dopo
i ribassi di ieri, poco dopo le anticipazioni sulle indagini Pmi di settembre da
Francia, Germania e zona euro.
    I titoli Raiffeisen figurano tra i peggiori performer dell'avvio
di seduta con un calo attorno al 10% dopo che l'istituto austriaco ha detto che
le conseguenze della crisi Ucraina e dell'Ungheria porteranno il gruppo a
chiudere il 2014 per la pruima volta in perdita.
    Poco dopo le 10 l'indice FTSE 300 è a -1%. Tra le singole piazze,
il tedesco DAX è a -0,84%, il francese CAC perde oltre 1,2% e
Londra -0,96%. 
        
    Tra i titoli in evidenza:
    
    Philips dividerà in due il gruppo creando una società stand-alone
per l'illuminazione e fonderà le attività consumer e salute in un'attività da 15
miliardi di euro. La nuova struttura farà risparmiare 100 milioni di euro il
prossimo anno e altri 200 milioni nel 2016. La società si aspetta oneri di
ristrutturazione di 50 milioni dal 2014 al 2016. Il titolo sale del 3,21% alla
Borsa di Amsterdam.
    
    La norvegese Yara International sta trattando con il gruppo di
Chicago CF Industries per una possibile fusione alla pari per un accordo
che creerebbe un gigante nel mercato dei fertilizzanti con un valore di mercato
di oltre 27 miliardi di dollari. "La trattativa è a uno stadio preliminare e non
ci sono garanzie che questa discussione possa portare a un accordo" ha detto
Yara in una nota alla borsa di Oslo. Il titolo sta volando con un rialzo appena
sotto l8% poco prima delle 10,00.
    
    In Germania il gruppo chimico farmaceutico Merck KGaA ha
annunciato ieri l'accordo per acquisire la statunitense Sigma-Aldrich Corp
 per 17 miliardi di dollari in cash, la maggiore acquisizione nella
storia del gruppo, controllato al 70% dai discendenti della famiglia che fondò
la società nel XVII secolo. A Francoforte il titolo sale dello 0,7%.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia