Borsa Usa in calo su timori Cina, in calo Alibaba dopo balzo esordio

lunedì 22 settembre 2014 19:36
 

NEW YORK, 22 settembre (Reuters) - L'azionario Usa è in calo risentendo delle dichiarazioni di ieri del ministro delle Finanze cinese secondo cui la Cina non rafforzerà le misure di stimolo e dei deludenti dati del mercato immobiliare Usa.

Dopo i deboli ultimi indicatori macro cinesi, molti analisti hanno rivisto al ribasso le previsioni di crescita del Paese riducendo le speranze per una politica più aggressivi da parte del governo.

Domani l'attenzione degli operatori sarà concentrata sugli indici Pmi del settore manifatturierio, in particolar modo quelli che arriveranno dalla Cina che potrebbero indicare un'attività in contrazione.

"Il tema sulla domanda cinese è una nuova variante di una storia di cui si siamo preoccupati da alcuni mesi. Questa notte avremo dei dati importanti a questo proposito", commenta Art Hogan, chief strategist di mercato di Wunderlich Securities a New York.

Quanto agli Usa, i dati sulle vendite di case esistenti ad agosto hanno registrato un calo dell'1,8% su base mensile, dopo quattro mesi consecutivi di rialzo, e sotto le attese.

Intorno alle 19,30 italiane, il Dow Jones cede lo 0,41%, il Nasdaq l'1,27%, l'S&P 500 lo 0,7%.

In tema di M&A Sigma-Aldrich balza di oltre il 33%, segnando la migliore performance sull'S&P 500, dopo che la tedesca Merck KGaAha raggiunto un accordo per acquistare la società per 17 miliardi di dollari in contanti.

Dresser-Rand sale del 2,6% dopo che Siemens ha raggiunto un accordo per acquistare la società per 7,6 miliardi cash. Il titolo era già salito del 17% anticipando la notizia.

Yahoo perde il 5,6%: Bank of America Merrill Lynch e Bernstein hanno tagliato il rating sulla scia del debutto di ieri di Alibaba che oggi perde oltre il 4% dopo il +38% dell'esordio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia