Fondi Ue, togliere da saldo cofinanziamenti nazionali - Delrio

lunedì 22 settembre 2014 16:30
 

BRUXELLES, 22 settembre (Reuters) - L'Italia torna a chiedere che il cofinanziamento nazionale dei fondi strutturali europei non sia tenuto in considerazione ai fini del Patto di stabilità e crescita.

"La risoluzione del Parlamento europeo dell'8 ottobre 2013 sugli effetti dei vincoli di bilancio" e "recenti analisi indipendenti hanno messo in evidenza l'opportunità di escludere dal calcolo per la conformità con il patto di stabilità e crescita, il cofinanziamento nazionale della politica di coesione", ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio in un intervento al Parlamento europeo.

"Riteniamo che il sostegno agli investimenti orientati alla crescita non sia contrario alla disciplina di bilancio ma possa anzi rafforzare ulteriormente la sostenibilità e la disciplina".

Delrio aggiunge che del dossier si discuterà "a livello politico nell'ambito della riunione ministeriale informale del 10 ottobre" fra i responsabili delle politiche regionali.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia