UniCredit, decisione su Pioneer attesa per fine settembre - fonti

mercoledì 17 settembre 2014 18:19
 

di Pamela Barbaglia e Gianluca Semeraro

MILANO/LONDRA, 17 settembre (Reuters) - UniCredit dovrebbe prendere una decisione sulla vendita di Pioneer negli ultimi giorni di settembre, dopo il board del 23.

Lo riferiscono alcune fonti vicine alla situazione aggiungendo che il fondo di private equity CVC, affiancato dal fondo sovrano di Singapore Gic, e Santander sono i due concorrenti più agguerriti, ma resta in gara anche Advent Capital Management.

UniCredit non commenta. Il Ceo Federico Ghizzoni ha più volte affermato che Pioneer è un asset strategico e che non è in vendita. Tuttavia l'istituto è pronto a valutare una partnership per accelerare la crescita organica della società di asset management.

UniCredit manterrà il 50% e, secondo una fonte, privilegia per alcuni aspetti un deal con Santander perché ritenuto, dei tre pretendenti, quello più in grado di sviluppare ulteriormente il business di Pioneer da un punto di vista operativo, mentre gli altri due apporterebbero soprattutto capitali freschi.

Una seconda fonte vicina alla vicenda spiega che Cvc e Gic avranno bisogno di creare un veicolo (con Cvc al 70-80% e Gic con la quota restante) e la loro proposta ha l'obiettivo di sviluppare l'espansione negli Usa, in Europa e in Asia rendendo il business di Pioneer meno legato a UniCredit.

Santander, invece, metterebbe insieme i propri asset nel settore con Pioneer creando massa critica.

Nei mesi scorsi si era parlato di una valorizzazione del 100% di Pioneer intorno ai 2 miliardi. Una fonte riferisce che in una delle proposte sul tavolo la valorizzazione corrisponde a circa 9-10 volte l'ebitda di 270 milioni di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia