Eni, carenza acqua impatta su produzione Zubair in Iraq

mercoledì 17 settembre 2014 13:55
 

DUBAI, 17 settembre (Reuters) - L'assenza di acqua sta riducendo la produzione di due dei maggiori giacimenti dell'Iraq meridionale, West Qurna 1, gestito da ExxonMobil e Zubair, gestito da Eni. Lo hanno riferito a Reuters fonti governative e del settore.

Il programma per pompare acqua marina, ideato per incrementare la produzione dagli enormi giacimenti meridionali, destinati all'export, è infatti bloccato, tra polemiche e burocrazia.

Una fonte vicina alla società statale State Oil Company ha spiegato che la produzione del giacimento di Zubair è diminuita, senza dare ulteriori dettagli.

Al momento sta fornendo 280.000 barili al giorno, ha spiegato la fonte. Secondo un documento della coreana Kogas , partner di Eni nella gestione, nel secondo trimestre dell'anno aveva una produzione giornaliera media di 315.000 barili.

Il progetto di iniezione di acqua marina originariamente sarebbe dovuto essere completato entro la fine dell'anno scorso, mentre ora, spiegano le fonti, non si pensa possa essere completato prima di 4-5 anni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia