Air France, terzo giorno sciopero piloti, governo chiede stop

mercoledì 17 settembre 2014 10:12
 

PARIGI, 17 settembre (Reuters) - Il governo francese ha lanciato un appello perché sia messa fine allo sciopero dei piloti di Air France, giunto al terzo giorno, mentre la vertenza minaccia l'annullamento del 60% dei voli previsti oggi.

"Questo sciopero sta pesando in modo forte su Air France, e sulle sue finanze, sull'attrattiva e sull'immagine del nostro Paese", ha detto il premier francese Manuel Valls ai microfoni di radio France Inter.

"Nessuno capisce su cosa sia lo sciopero", ha detto Valls.

Anche il ministro del Bilancio Emmanuel Macron ha chiesto una soluzione rapida, spiegando a radio Europe 1 che "non possiamo accettare che un paese venga bloccato da pochi".

Secondo Air France lo sciopero costerà dai 10 ai 15 milioni di euro al giorno.

I piloti sono impegnati in uno sciopero di una settimana contro i piani della compagnia aerea di ampliare le operazioni del vettore low cost Transavia utilizzando basi straniere, nel tentativo di difendersi dall'aggressiva concorrenza delle compagnie a basso costo.

Air France sta cercando di aumentare i guadagni attraverso Transavia ma ha detto che non intende farlo sostituendo le operazioni della compagnia tradizionale. Il sindacato piloti SNPL teme invece che l'azienda voglia abbandonare lo sviluppo di Transavia in Francia e si concentri invece sull'espansione in altri paesi europei, spostando all'estero posti di lavoro.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia