Francia, Valls promette di salvaguardare modello sociale

martedì 16 settembre 2014 17:54
 

PARIGI, 16 settembre (Reuters) - Il primo ministro francese Manuel Valls ha promesso di salvaguardare il modello sociale del Paese in vista del voto di fiducia parlamentare, al quale l'estrema sinistra ha minacciato di astenersi per protesta.

Il leader di centrosinistra dovrebbe ottenere il via libera del Parlamento al suo nuovo governo, dopo il rimpasto del mese scorso con il quale il presidente François Hollande ha estromesso alcuni ministri ribelli.

In un discorso attentamente calibrato per placare il suo Partito socialista - mentre spinge per riforme a favore delle imprese che gli hanno fatto guardagnare il paragone con l'ex-premier britannico Tony Blair - Valls ha detto che il suo obiettivo è migliorare gli standard di vita di tutti i francesi.

"Riformare non significa distruggere il nostro modello sociale", ha detto parlando delle leggi sul lavoro, del servizio sanitario e del welfare: "Dobbiamo adattare e reinventare questo modello, ma non è morto, non è datato".

Valls ha ribadito l'impegno a ridurre di 50 miliardi di euro la spesa pubblica entro il 2017; ha escluso modifiche alle legge sulle 35 ore di lavoro e tagli allo stipendio minimo, mentre ha promesso nuovi benefici per i pensionati con meno di 1.200 euro mensili.

Valls ha proseguito con la richiesta di un ulteriore deprezzamento dell'euro sul dollaro e ha domandato alla Germania di fare di più per stimolare la crescita nella zona euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia