Unicredit Leasing realizza cartolarizzazione da 1,3 mld totali

lunedì 15 settembre 2014 12:30
 

MILANO, 15 settembre (Reuters) - Unicredit Leasing ha realizzato un'operazione di cartolarizzazione di crediti originati da leasing per un importo complessivo pari a circa 1,3 miliardi di euro. Per 715 milioni si tratta di tre tranche di classe A, mentre gli altri 585 sono di una tranche senza rating e riacquistati dall'emittente.

Lo si apprende da una nota diffusa dalla controllante Unicredit.

Nel dettaglio, l'operazione è suddivisa in una tranche A1 da 90 milioni, vita media attesa 2,7 anni, acquistata da Kfw e garantita dal Fondo europeo degli investimenti; una tranche A2 da 400 milioni, vita media attesa 3,6 anni, sottoscritta dalla Bei; una tranche A3 da 225 milioni, vita media attesa 3,6 anni, sottoscritta da SocGen e da Unicredit. Tutte tre le tranche di classe A hanno rating AA+ (sf) di Fitch e A2 (sf) di Moody's.

Della cartolarizzazione fa poi parte la tranche B junior da 585 milioni, senza rating, sottoscritta dalla stessa Unicredit Leasing.

Unicredit è 'sole arranger' dell'operazione, con Clifford Chance in qualità di legale.

L'operazione - spiega la nota - rientra nelle iniziative che la Bei e il controllato Fondo europeo degli investimenti pongono in essere a sostegno delle piccole e medie imprese italiane. Le risorse ottenute "verranno utilizzate da Unicredit Leasing per ulteriori finanziamenti alle piccole e medie imprese italiane a condizioni agevolate".

La nota sottolinea inoltre che l'emissione è la tredicesima operazione di cartolarizzazione di leasing (incluse quelle effettuate dalla ex Fineco Leasing), la nona riguardante tale classe di asset collocata presso investitori istituzionali "nonché la prima operazione pubblica sul mercato italiano delle Abs dall'inizio della crisi".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia