Borsa Usa in rialzo su minori timori per Fed, Russia

lunedì 11 agosto 2014 17:02
 

MILANO, 11 agosto (Reuters) - Gli indici di Wall Street muovono al rialzo, estendendo i guadagni di venerdì, mentre si affievoliscono i timori legati alla politica monetaria della Federal Reserve e alla situazione sul fronte russo-ucraino.

Il vicepresidente della Fed Stanley Fischer ha infatti spiegato che la ripresa dell'economia americana e mondiale è stata 'deludente' finora, suggerendo che l'istituto centrale non darà nell'immediato una stretta alla propria politica monetaria.

Gli indici S&P e Dow Jones venerdì hanno registrato il maggior rialzo giornaliero da marzo sulla notizia che la Russia ha messo fine alle esercitazioni militari vicine al confine. Tuttavia oggi il capo della Nato Anders Fogh Rasmussen ha detto di considerare altamente probabile l'intervento militare della Russia nell'Ucraina orientale e ha detto che la Nato non vede segnali di un ritiro dal confine dei suoi soldati.

Intorno alle 17,00 il Dow Jones sale dello 0,24%, il Nasdaq dello 0,75% e lo S&P500 dello 0,45%.

Priceline Group guadagna il 2,8% sulla scia dei risultati.

Kinder Morgan sale del 5,6% dopo aver annunciato che farà confluire tutte le proprie controllate quotate in un'unica società in un'operazione da 70 miliardi di dollari, ammontare che include 27 miliardi di debito. Tra le controllate, Kinder Morgan Management guadagna quasi il 20%, mentre Kinder Morgan Energy Partners LP avanza dell'11,5%.

MannKind guadagna l'11,5% dopo che la francese Sanofi ha firmato con la società un accordo di licenza a livello mondiale che può valere fino a 925 milioni di dollari.

Chiquita Brands International avanza del 30,6% dopo che il produttore di succhi Cutrale e la società di investimento brasiliana Safra hanno avanzato un'offerta per acquistare la società, valutandola 610,5 milioni (equity value) e offrendo 13 dollari per azione cash, un premio del 29% sulla chiusura di venerdì.

  Continua...