Alitalia-Etihad, Poste investe 75 mln, 25 in prestito ponte

venerdì 8 agosto 2014 14:58
 

ROMA, 8 agosto (Reuters) - Poste Italiane, interamente controllata dal Tesoro, ha deciso di investire altri 75 milioni di euro nell'operazione Alitalia-Etihad dopo i 75 milioni spesi per diventare azionista del vettore italiano lo scorso ottobre.

Lo ha dichiarato il responsabile della finanza di Poste al termine dell'assemblea degli azionisti di Alitalia che ha approvato l'accordo strategico con Etihad e l'aumento di capitale per totali 300 milioni voluto dalla compagnia emiratina per far fronte alle perdite 2014 e al costo di eventuali contenziosi.

Luigi Calabria ha spiegato che dei nuovi 75 milioni, 50 milioni saranno conferiti nella MidCo che controllerà il 51% della nuova Alitalia-Etihad mentre 25 saranno versati come anticipo all'aumento di capitale.

Il 31 luglio il consiglio di amministrazione di Poste aveva deliberato un finanziamento di 70 milioni di euro a favore di un veicolo societario dedicato (MidCo) e delegato all'Ad Francesco Caio la definizione dei dettagli.

La posizione di Poste di non mettere soldi nella vecchia Cai-Alitalia aveva suscitato qualche tensione negli altri azionisti di Alitalia.

Per oggi pomeriggio è attesa la firma dell'accordo tra Alitalia ed Eithad che consentirà alla compagnia del Golfo di rilevare il 49% di Alitalia.

(Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia