Giappone, banca centrale taglia valutazione su export ma Kuroda resta ottimista

venerdì 8 agosto 2014 10:23
 

TOKYO, 8 agosto (Reuters) - La Banca del Giappone ha mantenuto la visione che la terza economia mondiale si sta riprendendo moderatamente, ma ha evidenziato una stima più cupa su esportazioni e produzione: i recenti dati deboli hanno ridotto le attese che le vendite all'estero si riprendano in tempo per bilanciare le difficoltà innescate da un incremento delle tasse sulle vendita ad aprile.

Il governatore della Banca centrale giapponese, Haruhiko Kuroda, resta ottimista sulle prospettive per l'economia, evidenziando la convinzione della banca centrale che non ci sia bisogno di alcun stimolo nuovo, sebbene i dati in arrivo la prossima settimana dovrebbero certificare la più elevata contrazione nell'attività economica dai tempi della crisi finanziaria.

Come nelle attese, la Banca del Giappone oggi ha mantenuto i capisaldi della sua politica che prevede un incremento della base monetaria di 60-70.000 miliardi di yen (580-690 miliardi di dollari) l'anno attraverso aggressivi acquisti di asset per stimolare l'economia e spingere l'inflazione verso il 2% il prossimo anno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...