Borsa Milano chiude negativa, bene Intesa SP dopo trimestrale

venerdì 1 agosto 2014 17:44
 

MILANO, 1 agosto (Reuters) - Piazza Affari risente della debolezza diffusa su tutte le principali borse europee ma mostra una tenuta relativamente migliore grazie al sostegno dei bancari, trainati da Intesa Sanpaolo che verso metà giornata ha pubblicato la trimestrale.

Sugli altri mercati del vecchio continente la performance degli istituti di credito è invece decisamente negativa, anche oggi influenzata da un nuovo crollo alla borsa portoghese di Banco Espirito Santo, che scivola di oltre il 40%. Il paniere italiano delle banche è leggermente positivo a fronte del -1,3% del comparto europeo .

Dai risultati di periodo - con un'agenda ieri particolarmente fitta e oggi ancora vivace - continuano ad arrivare spunti selettivi sui singoli titoli, mentre a livello internazionale incombono sempre le tensioni geopolitiche e le preoccupazioni per il default dell'Argentina.

L'indice Ftse Mib chiude in calo dell'1,01% e l'All Share perde l'1,07%. Volumi nel finale per un controvalore di circa 3 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 cede l'1,2% mentre fa meglio Wall Street, dove gli indici limitano i cali tra lo 0,2% e lo 0,5%.

A Milano la parte del leone la fa INTESA SANPAOLO che pur riducendo i guadagni festeggia con un +1,26% i risultati del secondo trimestre, considerati sopra le attese dagli analisti, in particolare sul fronte dell'utile netto. Note positive anche sul fronte dei ratio patrimoniali, che secondo i broker aprono scenari ottimistici per l'intero settore bancario italiano.

Dopo il balzo di ieri sulla scia della trimestrale, GENERALI consolida intorno alla parità.

Sul fronte opposto GTECH lascia sul terreno quasi il 4% nonostante i risultati pubblicati ieri sera siano in generale giudicati favorevolmente dagli analisti.

FIAT si adegua alla debolezza del comparto europeo nel giorno in cui l'assemblea ha dato un via libera con riserva alla fusione con Chrysler in FCA.   Continua...