BORSE ASIA-PACIFICO - Indici contrastati, attesa per Pmi cinese

giovedì 31 luglio 2014 09:02
 

INDICE                        ORE  8,45    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     510,23       -0,38    468,16
 TOKYO                         15.620,77    -0,16    16.291,31
 HONG KONG                     24.737,38    0,02     22.656,92
 SINGAPORE                     3.378,86     0,75     3.167,43
 TAIWAN                        9.315,85     -1,39    8.611,51
 SEUL                          2.076,12     -0,31    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.193,22     0,55     2.115,98
 SYDNEY                        5.632,90     0,18     5.352,21
 MUMBAI                        26.102,90    0,06     21.170,68
 
  31 luglio (Reuters) - Borse dell'area Asia-Pacifico
contrastate, su prese di profitto dopo i robusti guadagni
registrati da metà mese, nonostante le prospettive di una solida
ripresa Usa tendano di fondo a sostenere i mercati azionari. 
    Intorno alle 8,45 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, perde lo
0,38% a 468,16.
    Il giapponese Nikkei, dopo un nuovo massimo da sei
mesi a metà seduta, ha chiuso in calo dello 0,16%, con Nintendo
che ha lasciato sul terreno oltre il 6% a un minimo da sette
settimane a seguito di una perdita operativa nel secondo
trimestre superiore alle attese.    
    HONG KONG, dopo sette sedute con il segno più, è in
leggero calo con scambi contrastati - come tutte le piazze
cinesi, che pure si avviano a segnare in luglio la migliore
performance mensile da dicembre 2012 - e volumi ridotti per la
cautela degli investitori in vista dei dati di domani sul
manifatturiero. Secondo un sendaggio Reuters, l'indice Pmi
segnerà in luglio la migliore crescita da otto mesi. In
controtendenza Prada che guadagna oltre il 3%.
    SHANGHAI sale di oltre mezzo punto, con l'indice CSI300
 a +0,77%.
    SEUL chiude in calo con Samsung debole dopo i
peggiori dati trimestrali da due anni.
    Tonfo di TAIWAN che chiude a -1,4% ai minimi da un
mese trascinata da banche e tecnologici. Secondo la stampa
locale le autorità finanziarie stanno per imporre nuove regole
per i broker stranieri che redigono report su singoli titoli. 
    SYDNEY ha terminato la seduta con un +0,1% dopo aver
toccato ieri il nuovo massimo da sei anni, sostenuta da un
miglioramento di Wall Street e da un aumento dei prezzi dei
metalli.
    Sostanzialmente piatta MUMBAI.
    SINGAPORE con il segno più nonostante il -3% di
Singapore Airlines Ltd (SIA), ai minimi da 14 mesi con
gli analisti che hanno tagliato le precisioni di utili dopo il
calo di 52% dell'utile operativo nel secondo trimenstre.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia